04 maggio, 2015

Isola Polvese Espressiva...mente!


     Si è svolta il 3 maggio al Lago Trasimeno - Isola Polvese, la manifestazione e la premiazione dell'edizione di Espressiva...mente il premio dedicato alla figura dello scomparso direttore scolastico Rolando Ferri. 
La giornata, realizzata in collaborazione con altre associazioni tra cui l'associazione astrofili "Paolo Maffei" e " L'Associazione Astronomica Umbra".

Ricordi ...  

ESPRESSIVA . . . MENTE
Premio Rolando Ferri
2015













































 

20 marzo, 2015

Scheggia eclissi 2015


Scheggia 20 marzo 2015

alcune immagini della manifestazione svoltasi presso la scuola di Scheggia in occasione dell'eclissi di sole.



























14 marzo, 2015

A proposito di eclissi ...




Venerdì 20 marzo è una data che gli appassionati di astronomia, e non solo, devono segnarsi sul calendario: infatti ci sarà un'eclissi di Sole, di quelle come non se ne vedono da tempo.
L'eclissi inizierà alle 9.24, raggiungerà il massimo alle 10.31 e finirà alle 11.42; la nostra presenza è prevista a Scheggia.

Ricordiamo che è un evento da non perdere, infatti si stima una copertura di circa il  60% e ... la prossima eclissi in Italia? nel 2022!.


                    La segreteria

05 febbraio, 2015

Ricordo del prof. Paolo Maffei

Informativa

A tutti i soci e simpatizzanti

La città di Foligno, il Laboratorio di Scienze Sperimentali, e l'Associazione Astronomica Antares hanno organizzato, d'intesa con la famiglia Maffei, per la mattina di sabato 28 febbraio un evento per ricordare la figura del prof. Paolo Maffei, astronomo di fama internazionale e divulgatore di grande successo.
Tutti gli astrofili sono invitati.

La segreteria 

17 gennaio, 2015

Notte bianca al liceo classico di Gubbio

In occasione della notte bianca dei licei classici, organizzata presso l'Istituto Mazzatinti di Gubbio, su invito della direzione scolastica, abbiamo realizzato una serata osservativa con l'ausilio della nostra strumentazione.
La serata è stata condotta dal nostro presidente Marco Bagaglia con il supporto di alcuni soci.
Le condizioni meteo non erano ottimali, ma un'apertura parziale del cielo, pur non idonea all'osservazione della cometa Lovejoy (obbiettivo principale del periodo), ha consentito la visione del pianeta Giove con i suoi satelliti galileani. La serata è stata supportata da proiezioni multimediali commentate dal nostro Presidente.
La presentazione, molto partecipata per la presenza di numerosi studenti, genitori e docenti, si è svolta in maniera ordinata e tranquilla per il comportamento encomiabile di tutti.

Alcune immagini della serata 

  

 

La segreteria


29 dicembre, 2014

Cometa C/2014 Q2

Sarà visibile anche ad occhio nudo!


la cometa C/2014 Q2 Lovejoy  fotografata dall’Italia da  Gianluca Masi e Pier Luigi Catalano (fonte: Pier Luigi Catalano e Gianluca Masi/Virtual Telescope)la cometa C/2014 Q2 Lovejoy fotografata dall’Italia da Gianluca Masi e Pier Luigi Catalano (fonte: Pier Luigi Catalano e Gianluca Masi/Virtual Telescope)
Dopo aver dato spettacolo nei cieli australi, la cometa C/2014 Q2 Lovejoy si sta 'arrampicando' nei cieli dell'emisfero Nord.


L'oggetto, spiega l'astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope e curatore scientifico del Planetario di Roma, è molto basso sull'orizzonte ma in zone prive di inquinamento luminoso è possibile vederlo pure ad occhio nudo, anche se non è semplice, perché ha una magnitudine di 5,5, ossia molto vicina al limite che è 6 per le osservazioni ad occhio nudo. 
La cometa comincerà ad alzarsi nel cielo intorno all'Epifania, tra il 5 e il 7 gennaio, ma in quei giorni ci sarà la Luna piena che 'disturberà' l'osservazione. La posizione ideale per le osservazioni è prevista a metà gennaio quando la cometa sarà ben alta sull'orizzonte nella costellazione della Lepre, ma non è detto, rileva Masi, che in quel periodo sarà attiva come adesso. 



Scoperta il 17 agosto del 2014 dall'astrofilo australiano Terry Lovejoy da cui prende il nome, la cometa raggiungerà la minima distanza dal Sole il 30 gennaio prossimo quando sarà a 200 milioni di chilometri dalla nostra stella, il 7 gennaio invece sarà alla sua minima distanza dalla Terra, 70 milioni di chilometri. 


Segnalazione ANSA

Buone feste